Empowerment

Che cos’è l’Empowerment?

Empowerment significa potenziamento, apertura a mondi possibili, responsabilizzazione, aumento di capacità e sviluppo di potenzialità. L’approccio dell’empowerment utilizza metodi, tecniche e applicazioni differenti se rivolto alle singole persone o alle organizzazioni: anche se per entrambe lo scopo è divenire “potenti” (alla lettera: che possono) significa usare al meglio le proprie risorse per soddisfare bisogni, obiettivi, desideri. Significa sentirsi protagonisti di sé stessi e di ciò che si fa e si è con gli altri.

La mia proposta di Empowerment, cioè la valorizzazione del potenziale, si differenzia a seconda del soggetto che mi fa la richiesta. Ecco nel dettaglio cosa propongo a:

A cosa serve l’empowerment?

L’approccio dell’empowerment propone un orientamento ed una pista molto incisiva ed innovativa perché invita ad occuparsi della debolezza (lacune, problemi, difficoltà, disagi) con la cultura della forza (risorse, capacità, opportunità) attraverso l’apertura di nuove possibilità, allo sviluppo come aggiunta, piuttosto che come sostituzione-cambiamento, al riscoprire il ruolo del desiderio per riaprire processi evolutivi reali. L’analisi, l’elaborazione e l’utilizzo di strumenti come i piani di sviluppo individuali o organizzativi permette di rendere tangibile, attuabile e verificabile il  potenziale rilevato e di aver coscienza dei vantaggi ottenuti.